Di seguito trovate le “Best Practices” relative agli aerei del GVML, che tutti gli Istruttori e i soci-piloti dovranno conoscere, in aggiunta al Regolamento d’Uso.


ELENCO BEST PRACTICES

  1. Accensione aerei Cirrus GVML
  2. Procedura di Leaning
  3. Riempimento Ossigeno e De-Icing (SR22 TN)

 


1. ACCENSIONE AEREI CIRRUS GVML

Accensione a freddo (dopo almeno 4 ore di fermo)

>> Esattamente come da Checklist. Il Prime proporzionale al freddo (più freddo più Prime).

Accensione a Caldo /Hot

>> Medesima procedura ma senza inserire la pompa. Crankle (entro 8-10 sec parte) e immediatamente inserire la pompa (altrimenti si spegne).

Più in dettaglio:

  1. Chiave inserita nell’Ignition Switch
  2. Max power e mixture full-rich
  3. Prime uno o due colpetti fino a quando si vede salire il fuel flow (meglio non troppo)
  4. Power 1/4 inches
  5. NON inserire la pompa (Boost)!
  6. Crankle per 8-10 secondi e dopo 4-5 giri di elica, l’aereo si mette in moto
  7. Immediatamente inserire la pompa

Tutti i passaggi da 2 a 7 devono essere effetttuati in sequenza e rapidamente senza pause.

Appena acceso

  • Portarlo lentamente a 1’000 giri
  • Se tende a spegnersi tenerlo 10-20 sec a 1300 giri e poi scendere a 1000 giri (sempre molto lentamente, verificando che non soffochi)
  • In ogni caso non tenere il crankle più di 15-20 sec.
  • Dopo max 4-5 tentativi falliti, interrompere per almeno 15-20 minuti e prendersi un caffè.

 


2. PROCEDURA DI LEANING

La procedura di Leaning sugli aerei è importante per diverse ragioni: ottimizzare il consumo di fuel vs la distanza volata, preservare al massimo il motore evitendo di entrare nella cosiddetta RedFin. Per tale ragione e per semplificare al massimo il suo utilizzo sono stati preparati dei Schemi fasi volo, che riportano i migliori settings (power/mixture).

Nei POH sono riportate le procedure Cirrus corrette per un leaning ottimale. Il Comitato ritiene che tali procedure, se non conosciute perfettamente e applicate rapidamente (pochi secondi) rischiano di causare più danni che benefici, rischiando di mantenere durante buona parte della procedura di leaning i valori all’interno della RedFine, proprio quell’area che si vuole evitare. Si è pertanto preferito optare per delle configurazioni Power/Mixture ben precise che sono raggiungibili da qualsiasi pilota in soli 2-3 secondi.

Climb Leaning

In fase di Climb, per entrambi gli aerei del GVML (SR20 e SR22TN) si suggerisce di mantenere sempre il setting Max-Power e Mixture-Full-Rich.

Cruise Leaning

In fase di Cruise (più o meno lunga) scegliere il setting più adatto (Economy vs Power) quale combinazione di Power + Mixture (FF).

Esempio:

  • SR20: Best Economy: Power 55%, Mixture (FF) 8.4 USG/h,
  • SR22TN: Economy Power: Power 65%, Mixture (FF) 14.0 USG/h
  • Altri settings negli Schemi fasi volo

 


3. RIEMPIMENTO OSSIGENO E  DE-ICING (SR22 TN)

Riempimento Ossigeno

È responsabilità del PIC, che ha necessità di utilizzare l’ossigeno per un volo in alta quota, verificare prima e anche dopo il volo il quantitativo di Ossigeno disponibile/rimasto (numero di Led verdi quando si accende l’ossigeno).

In caso di una sola tacca avvisare il Resp. velivoli oppure (se fattibile) atterrare a Locarno per farlo riempire dalla ditta AeLO Maintenance (dopo averlo concordato con Resp. velivoli e aver contattato la ditta di manutenzione. Prezzo concordato 120.- + IVA).
Il costo dell’ossigeno è di principio a carico del club, ma fino ad un massimo di 120.- fr.

Riempimento De-Icing

È compito del PIC che prevede di utilizazre il De-Icing, verificare prima della partenza l’effettivo quantitativo presente nel serbatotio sull’aereo.

In caso di necessità può riempire il serbatoio (il liquido De-Ice si trova nell’armadio in hangar, in fondo a sinistra), prestando la massima attenzione a lasciare sempre almeno 2-3 cm di spazio dal bordo (tappo del serbatoio).

Quello in eccesso (se riempito fino al culmine) verrà infatti buttato fuori, sporcando il pavimento dell’hangar e generando una situazione di attenzione per il prossimo pilota che si troverà la chiazza per terra.